Preavviso di sosta corretto - verbale notificato errato

19.12.2012 08:21

G.d.P. PALERMO 23.11.2012.pdf (98,2 kB)

“L’avviso di violazione, quale atto prodromico alla successiva emissione del verbale di contestazione non può essere preso in considerazione al fine di attribuire e conferire, ex post, validità sanante al verbale di contestazione d’infrazione stradale, atteso che solamente quest’ultimo atto è ricorribile avanti all’autorità giudiziaria, in quanto direttamente lesivo della sfera giuridica del ricorrente, quale utente della strada, per la sua idoneità ”a costituire titolo esecutivo ai sensi dell'art. 203, terzo comma, del codice della strada”

—————

Indietro